I lavori in giardino a settembre: la cura e i fiori da seminare

I lavori in giardino a settembre la cura e i fiori da seminare

I lavori in giardino a settembre: la cura e i fiori da seminare

Il mese di settembre è molto importante per chi di noi ha la fortuna di avere un giardino. Mia nonna mi ha sempre insegnato che dopo l’afa e il gran caldo estivo le piante ricominciano a tornare al loro splendore, a rifiorire e quindi diventa molto importante prestare loro le giuste cure ed attenzioni.

È arrivato il momento infatti di seminare, trapiantare, eliminare le parti secche, concimare e della messa al riparo delle piante che soffrono il freddo invernale.

Se non avete il pollice verde, o un abile giardiniere che fa tutto per voi, non disperate… ecco alcuni semplici consigli per preparare il vostro giardino ad affrontare il duro inverno ed essere splendido in primavera. Sono convinto che ve la caverete anche da soli.

cosa piantare in giardino a settembre

Iniziamo con il rimuovere le parti secche dalle piante.  Le piante perenni sempreverdi del nostro giardino hanno bisogno di essere ripulite dai rami e dalle foglie essiccate, questo permetterà alla pianta di respirare e di riprendere il suo vigore. Eliminate, anche, le piante stagionali ormai secche. Questo vi permetterà di piantarne delle altre e di lasciare ‘riposare’ la terra.

Un secondo insegnamento di mia nonna è stato quello che con la luna calante bisogna iniziare a potare siepi ed essenze sempreverdi. Attraverso la potatura elimineremo sia i rami secchi ma daremo anche una forma più armonica alle nostre piante.

Come curare il giardino a settembre e cosa piantareCome curare il giardino a settembre e cosa piantare
Image source: valley-door.com

Settembre, inoltre, è il mese ideale per la semina: è importante scegliere con attenzione cosa seminare. Ci sono alcuni fiori, o bulbi, che se piantati durante questo mese, con delle piccole attenzioni, possono diventare bellissimi e colorare il vostro giardino nel periodo primaverile.

Via libera, quindi, a tulipaninarcisi, calendule, papaveri, bucaneve, margherite, viole, iris e agli eleganti gigli. Potete iniziare a piantarli facendo attenzione a preparare un terreno sciolto e soffice. Evitate i ristagni d’acqua, potrebbero far marcire i bulbi.

Se avete la possibilità di creare un piccolo orto all’interno del vostro giardino, settembre è il mese perfetto per seminare gli ortaggi che si coltivano per quasi tutto l’anno: rucola, ravanelli, carote… ma anche per una varietà di insalate come la riccia, il lattughino, la valeriana, le cicorie e l’invidia.

quali fiori piantare a settembre

Un ultimo consiglio: la cura del prato. Se avete un prato sicuramente dopo la stagione estiva ci saranno dei punti in cui l’erba sarà secca. Per iniziare eliminate le erbacce e le piante infestanti, successivamente sostituite le parti ‘danneggiate’, o morte, piantando delle nuove essenze.

Se seguirete questi semplici consigli sono convinto che riuscirete in maniera autonoma a dare nuova vita la vostro giardino durante il mese di settembre e lo preparerete in maniera adeguata per farlo sbocciare durante il periodo primaverile. Se, al contrario, avete importanti lavori da fare, e non avete una grande esperienza in termini di giardinaggio, evitate il fai da te ed affidatevi sempre alla competenza di un bravo giardiniere o a quella delle ditte di giardinaggio

Vi sapranno consigliare al meglio per realizzare il giardino dei vostri sogni.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

blog di bellezza uomo profumi azzaro

Azzaro Pour Homme: le nuove seducenti fragranze

Tutti voi conoscete la mia passione per i profumi e di quanto sia alla continua ricerca di fragranze e profumazioni sempre nuove. In base al profumo che una persona indossa, si possono capire tanti lati della sua personalità.

Read More »
blog di bellezza uomo

Beauty routine: contorno occhi da uomo

La zona del contorno occhi è una zona molto delicata ed è tre volte più sottile di quella di altre zone del viso. La pellicola protettiva idrolipidica, infatti, sulla superficie dell’epidermide, è quasi assente.

Read More »