Mappamondo e carte geografiche per arredare

Arredamento vintage: mappamondo e carte geografiche per arredare


Mappamondo e carte geografiche per arredare. Ben ritrovati Sbagliati! Pensate che viaggiare implichi prendere un aereo, una macchina o un treno per andare lontano? Non solo. Ci sono mille modi per viaggiare: anche con la fantasia! Non sempre abbiamo la possibilità di allontanarci da casa o dal lavoro. Possiamo, però, fermarci un attimo e fantasticare sulla nostra prossima meta. Come? Circondandoci, all’interno della nostra abitazione, di vecchi mappamondi o carte geografiche. Sono oggetti che arredano con stile le nostre pareti e le superfici domestiche, conferendo un’atmosfera romantica e old style ai nostri ambienti.
I miei preferiti, ovviamente, sono i mappamondi vintage e le vecchie carte geografiche che riportano i segni del tempo. Il mappamondo è un oggetto con una lunga storia, ed in seguito alle varie scoperte geografiche ha subito tante modifiche e rivisitazioni con il passare degli anni. Pensate, la sua invenzione risale al periodo di Cristoforo Colombo. Era il periodo della scoperta di terre fino a quel momento non conosciute ed inesplorate e, di conseguenza, la volontà di trovare un modo per raccontarle e rappresentarle. Il primo modello di questo oggetto risale al 1491, l’anno prima della scoperta dell’America. Venne realizzato dal cartografo tedesco Martin Behaim e dal pittore Georg Glockendon. A questa invenzione hanno dato il nome di “Erdapfel”, mela terrestre, e il motivo non è difficile da immaginare.
Ma dove recuperarli? Visitando i mercatini dell’usato o i negozietti d’antiquariato presenti nella vostra zona. In alternativa, potrete acquistarli on line sui vari siti o portali che vendono oggetti usati.

Non avrete che l’imbarazzo della scelta. Potrete scegliere tra una grande varietà di dimensioni e di materiali, in particolare legno e metallo. I mappamondi in legno sono quelli che mi affascinano di più. Mi piace l’idea di contestualizzarli in casa mixando insieme diverse grandezze. Non amo, personalmente, l’accostamento di materiali diversi. Guardate queste foto che ho realizzato nello stand di Babilla Store e ditemi se questi mappamondi non sono stupendi.
In alternativa, potete utilizzare sulle pareti della vostra abitazione delle vecchie carte geografiche. Più saranno visibili i segni del tempo più questi oggetti perderanno la loro funzione didattica per diventare un elegante elemento d’arredo.
Siete pronti a far rivivere ai vostri ambienti domestici un bellissimo viaggio indietro nel tempo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *